Camminando camminando 2 ( Lungomare Srl  2012)

1 - Rataplan (radio edit)
2 - A l'entrada del temps clar
3 - Calenda maia
4 - Il giocatore di biliardo
5 - Il dito e la luna
6 - Per ogni matematico
7 - Il cantico delle creature
8 - Il sultano di babilonia e la prostituta
9 - Nelle paludi di venezia.....
10 - Laila, laila
11 - Ch'io sia la fascia
12 - Il denaro dei nani
13 - La tempesta
14 - Gira la testa
15 - Favole di un natale a New York
16 - Rataplan (Album version)                           Sfoglia il booklet:             




Rataplan
(testo di Giorgio Faletti)

Gallo dal becco giallo
che una ragazza l’ha risvegliata
ma c’è una nuvola corrucciata
che guarda in basso poi rataplan

Bella dalla padella
se nella brace mai c’è cascata,
quando uno sguardo l’ha innamorata
ha fatto un passo poi rataplan

E rataplan ma che suono duro
l’urto del legno sopra al tamburo
E Rataplan che l’amore gira e danza al tempo del rataplan
E Rataplan purché sia ribelle
l’urto del legno sopra la pelle,
E rataplan che l’amore passa e dura il tempo di un rataplan

Piove mentre si muove
malgrado l’acqua non si è fermato
perché è un ragazzo tutto bagnato
si copre il capo ma rataplan

Sassi sotto i suoi passi
pensa alla brace che non è stato
quando uno sguardo l’ha innamorato
ha fatto un salto poi rataplan

E rataplan
e rataplan

E rataplan
Ma com’è sicuro
l’urto del legno sopra al tamburo
e rataplan che l’amore gira e danza al tempo del rataplan,
e rataplan purchè sia ribelle
l’urto del legno sopra la pelle,
e rataplan che l’amore passa e dura il tempo di un rataplan…

Panni di un barbagianni
che indossa pure
quando il sole scende

Il sonno è un alito che ti sorprende
e scorda il ritmo del rataplan

Gallo dal becco giallo
che due ragazzi li ha risvegliati
ma ancora nuvole corrucciate
battono il mondo col rataplan

Tetre sulle finestre
ma nella cenere la brace è viva
per chi sa prendere quel che arriva
se il cuore in petto fa rataplan.

Per chi sa prendere quel che arriva
se il cuore in petto fa rataplan.